NewsPrimo Piano

Ci risiamo. Con le dichiarazioni di oggi sui vaccini Luigi Di Maio conferma che, nei fatti, esiste già un’asse del populismo e dell’irresponsabilità tra M5S e Lega. Questa ambiguità del M5S sui vaccini è intollerabile. Forse a Di Maio sfugge il fatto che l’estensione dell’obbligo votata dal Parlamento si è resa necessaria a causa di quel calo delle vaccinazioni favorito non solo dalle fake news circolanti in rete, ma anche da quelle tante dichiarazioni più che discutibili del Movimento 5 stelle su questo tema. Di Maio forse non sa che questa legge si è resa necessaria dal momento che quest’anno l’Italia è stata il quinto Paese al mondo per numero di casi di morbillo. Ne sono stati registrati quasi 5 mila, con oltre 2 mila ospedalizzazione e 4 decessi. Alla luce di tutto questo, fare ancora campagna elettorale sui vaccini, giocando con salute delle persone, ed in particolare con quella dei più fragili, la dice lunga sulla totale mancanza di senso di responsabilità del M5S.