Come presidente del  Cesvot (Centro Servizi volontariato toscano ),approvo in pieno le linee guida presentate lunedì 12 maggio dal presidente del Consiglio Renzi  sul Terzo Settore come annunciate dallo stesso premier in occasione del Festival Del Volontariato di Lucca. Gli obiettivi che vengono delineati sono quelli di un welfare partecipativo con governance sociale allargata; un moderno e adeguato impianto normativo a sostegno all’economia sociale ed incentivi a sostegno della donazione dei cittadini e delle imprese. Bisogna sfruttare questa preziosa occasione mettendoci subito al lavoro affinchè  tutti i protagonisti del Terzo settore possano contribuire concretamente nella definizione della Legge Delega. Da anni auspichiamo una riforma sempre arenata nell’alternarsi degli esecutivi e mai presa seriamente in considerazione. Se vogliamo davvero essere incisivi nell’avviare un cambiamento radicale economico, sociale, culturale ed istituzionale non possiamo trascurare il Terzo settore che in Italia conta 300mila organizzazioni e quasi 5miloni di volontari. Un patrimonio che arricchisce ogni giorno questo Paese di diritti, di solidarietà’ e di intraprendenza.