NewsPrimo Piano

A causa delle politiche scellerate di questo governo, con Quota 100 rischiano di salire del 24% i pensionamenti anticipati in sanità. Lo studio Fiaso presentato ieri mostra come a maggio 2019 i pensionamenti dovuti a Quota 100 siano 5.325, di cui 682 medici, 1.009 infermieri e 352 operatori socio sanitari. Tutto questo non farà che aggravare ulteriormente l’attuale situazione di emergenza per la carenza di personale, con ricadute sull’assistenza ai cittadini”. . Inoltre, dal 2018 al 2025 sono attesi circa 52.000 pensionamenti tra medici dipendenti del Ssn. Si prospetta una discrepanza tra uscite pensionistiche e capacità formative di circa 16.000 professionisti nel sistema sanitario pubblico. Tutto questo richiede risposte serie ed urgenti, non provvedimenti propagandistici come Quota 100 che rischiano di dissestare non solo i conti pubblici ma anche il Servizio sanitario nazionale.