All’appello per la definitva attuazione della legge sulla responsabilità professionale mancano infatti ancora tre decreti: sulle forme di copertura; le modalità e i termini per la comunicazione all’Osservatorio Nazionale dei dati; sui criteri e le modalità per lo svolgimento delle funzioni di vigilanza e controllo esercitate dall’IVASS sulle polizze. “In assenza di questi provvedimenti – sottolinea l’Aogoi – la legge resta monca, a discapito della tutela dei professionisti sanitari e dei pazienti danneggiati”. Leggi l’articolo di Quotidiano Sanità.