La leader della Cgil, Susanna Camusso, cerca visibilità con goffi attacchi al premier, nel giorno di chiusura del semestre europeo.  La lotta alla disoccupazione sta al primo posto nell’agenda del governo, come si fa a sostenere il contrario? Difficile sostenere che un partito  che ha preso più del 40% alle ultime elezioni possa essere considerato un nemico dai lavoratori. La Cgil abbassi i toni, si confronti sul merito delle vertenze e dei rinnovi dei contratti, invece di alzare polemiche senza fondamento. Nel giorno in cui vengono annunciate le 1.500 nuove assunzioni di Fca/Fiat a Melfi, non ci saremmo aspettati che si alzasse l’ennesimo polverone. Matteo Renzi aveva preso l’impegno di mettere il lavoro al centro delle politiche del governo e in meno di un anno ha ottenuto l’approvazione della riforma del mercato del lavoro, il Jobs Act. Che cosa hanno fatto alcuni sindacalisti negli ultimi anni, mentre la disoccupazione schizzava dal 7 al 13% ?