NewsPrimo Piano

Il servizio civile è e deve restare una scelta volontaria, renderlo obbligatorio e legarlo al Reddito di Cittadinanza come dice la proposta del Ministro dell’Interno, significherebbe farlo diventare un lavoro e per di più sottopagato. Occorre sempre ricordare che sono 35 mila i volontari che saranno avviati al servizio civile. Appena il 32 per cento di coloro che hanno presentato domanda. Il nodo da sciogliere quindi è quello di garantire a tutti i nostri giovani che vogliono fare servizio civile di poterlo fare destinando le risorse necessarie.

Come al solito quindi Salvini scarta di lato rispetto alla soluzione dei problemi così da nascondere quello che effettivamente il suo Governo sta facendo, anzi non facendo per il servizio civile. La legge di bilancio del Governo infatti stanzia solo 200 milioni di euro. Briciole. Per non parlare dello sconcertante profilo etico della proposta Salvini che prevede l’obbligatorietà solo per i giovani che abbiano ottenuto il reddito di cittadinanza. Il servizio civile è e deve rimanere una scelta volontaria. Salvini dovrebbe impegnarsi affinché le decine di migliaia di giovani che hanno fatto domanda non siano esclusi.