Domenica 25 maggio voteremo per l’Europa e anche per le amministrative in molte città e comuni della nostra regione. Le elezioni europee sono un appuntamento decisivo perché oltre al rinnovo del Parlamento europeo per la prima volta gli eletti a Strasburgo eleggeranno direttamente il presidente della Commissione europea. Ma in questa strana campagna elettorale dai toni troppo alti e beceri di Europa c’è ne davvero poca. Molte forze politiche non sanno andare oltre gli schemi generici oppure, come nel caso di Lega e 5stelle, non sapendo che dire preferiscono urlare o lanciare insulti contro la Germania e l’euro. La posizione del Partito Democratico invece è chiara e netta e punta proprio sul cambiamento e sulla sfida di un’Europa della crescita e del lavoro, di un’Europa dei diritti e delle libertà, di un’Europa non solo dei burocrati, ma politica e sociale ( scarica il nostro programma).

Il PD, anche grazie all’adesione formale al Partito dei Socialisti e dei democratici europei, ha promosso e difeso questa scelta. Siamo convinti europeisti, siamo convinti che a chi urla demagogicamente “no euro” occorra rispondere “più Europa”, ma un’Europa nuova, più forte e più attenta e vicina alle persone. Il cambiamento e il processo di riforme che si è avviato in Italia, con fatica ma anche con grande determinazione, grazie al lavoro del Governo del premier Matteo Renzi, deve continuare ed espandersi anche in Europa.

Bisogna dare forza al PD perché siamo l’unica scelta credibile per cambiare e farci sentire orgogliosi di essere europei. Dare speranza all’Europa e al nostro futuro. Ognuno di noi può dare il suo contributo recandosi alle urne con la possibilità di esprimere fino a tre preferenze scrivendo il cognome del candidato. Per questo vi invito a votare due miei cari amici con i quali ho condiviso la mia storia politica, Simona Bonafè capolista del nostro partito nella Circoscrizione Centro e il consigliere regionale Nicola Danti ( guarda qui facsimile di scheda). Sono sicuro che se saranno eletti sapranno rappresentare al meglio il nostro territorio e dare più forza in Europa al nostro paese.