Deroga a Patto di stabilità: una buona notizia per cittadini e comuni ma bisogna fare in fretta

La volontà del Governo di allentare il Patto di Stabilità per i territori colpiti dall’emergenza maltempo è una buona notizia per cittadini e comuni, l’importante ora è fare in fretta.  Finalmente abbiamo un esecutivo che con coraggio e mettendo in campo risorse concrete  punta ad uscire dalla logica emergenziale.  Il piano contro il dissesto idrogeologico …

Sulla legge elettorale quanti sono i Cuperlo ?

Le parole di Gianni Cuperlo sulla legge elettorale sono sorprendenti: un anno fa sosteneva, giustamente, che cambiarla era un imperativo morale, una necessità per mettere in sicurezza la nostra democrazia, mentre ora dice di non capire l’urgenza di intervenire. Viene il dubbio che non si tratti della stessa persona dopo le sue parole dove chiede…

Farmaci epatite C. Bene l’impegno del Governo ma certezze sulle risorse per garantire a tutti i malati la possibilità di curarsi con il nuovo farmaco salvavita

L’impegno  da parte del Governo per garantire l’accesso di tutti i malati di epatite C al nuovo farmaco salvavita è una buona notizia. Le nostre preoccupazioni riguardano però i tempi di applicazione di questo Piano nazionale, i numeri e soprattutto le modalità con cui sarà attuato.E’ stato questo il punto centrale del mio intervento di oggi nell’aula della Camera ( guarda il video ) in merito all’interrogazione a risposta immediata, rivolta da un gruppo di deputati PD prima firma Miotto,  al ministro della Salute Beatrice Lorenzin sul tema dell’introduzione anche in Italia del nuovo farmaco salvavita contro l’epatite C. Il tema delle risorse  lo sappiamo bene, è l’elemento fondamentale, ma non può essere l’unico argomento per il quale blocchiamo la nostra azione e la nostra risposta rispetto alle centinaia di migliaia di persone malate.

Le proposte del Tribunale per i diritti del malato punto di partenza importante per definire il Patto per la salute digitale

Le proposte del Tribunale per i diritti del malato sul tema della sanità elettronica e della telemedicina sono un interessante punto di partenza per definire il Patto per la salute digitale. Si tratta di un percorso che il servizio pubblico deve costruire insieme alle associazioni che rappresentano i pazienti ma anche con le imprese private dell’ICT che possono dare il loro contributo di competenze e risorse. E’ stato questo il punto centrale del mio intervento alla  presentazione che si è svolta oggi a Roma delle proposte del Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva in tema di E-Health. Finalmente in Italia abbiamo l’opportunità di realizzare una vera e propria rivoluzione del nostro sistema sanitario grazie all’innovazione digitale. Una sanità che costa meno, riduce gli sprechi ma mantiene inalterata la qualità dei servizi.

Le cariche della Polizia contro i lavoratori vanno condannate ma bisogna abbassare i toni

Gli episodi di ieri sono quanto di peggio si potesse immaginare, sono ovviamente episodi che vanno condannati nella loro complessità, va condannato l’uso della violenza da parte delle forze di Polizia. Credo che bisogna abbassare tutti i toni, se ci sono delle responsabilità, devono essere individuate. Sono state queste le mie dichiarazioni rese stamani durante il programma televisivo di Rai 3 Agorà in merito alla cariche della Polizia contro i lavoratori delle acciaierie Ast di Terni. Il Ministro Alfano oggi ha risposto alla Camere esprimendo la sua “personale solidarietà ai lavoratori dell’Ast e al personale della polizia di Stato che ieri hanno riportato ferite negli scontri” e ha ribadito la volontà di accertare le responsabilità. Ha poi sottolineato che ”il diritto a manifestare è sacro ed è custodito nella teca delle regole, ma chi manifesta non deve ledere la libertà degli altri cittadini”. Mi sembra una posizione positiva come responsabile la reazione di Landini elogiato dallo stesso ministro per aver riportato la calma tra i manifestanti.

Sull’alluvione di Parma Alfano chiarisca le comunicazioni sull’allerta meteo

Il Ministero dell’Interno deve fare chiarezza sulla vicenda delle comunicazioni tra Prefettura di Parma e Comune, in occasione dell’alluvione del 13 ottobre. Occorre capire se il sindaco Pizzarotti, impegnato nella manifestazione del Movimento 5 stelle al Circo Massimo, avesse predisposto le opportune coperture in Comune su chi doveva ricevere gli avvisi di allertamento. Su questo…