Con M.A.D.E di Nova l’area metropolitana fiorentina diventa smart cities

Un’area metropolitana interamente digitalizzata che, grazie ad un linguaggio universale metterà in contatto cittadini, imprese e istituzioni. E’ questo l’obiettivo di M.A.D.E. (Metropolitan Area Digital Ecosystem), l’ecosistema digitale per l’area metropolitana fiorentina  (guarda il videoannunciato lunedì 1 dicembre al Polo Scientifico dell’Università di Firenze, all’interno dell’iniziativa dell’ANCI Toscana per il piano strategico dell’area metropolitana. Il progetto, presentato dal Presidente dell’Associazione Nova Federico Gelli, sarà realizzato entro aprile dopo un percorso partecipativo fra istituzioni, imprenditori e cittadini. Nello specifico sarà un piano incentrato sulla condivisione e sulla interoperabilità delle soluzioni. Tutte le istituzioni, tutti i soggetti erogatori di servizi pubblici e privati metteranno in condivisione i loro sistemi informativi con i loro servizi, formando un sistema unitario di identificazione, di accesso e di fruizione.

Approvato un odg per la lotta alla ludopatia

Oggi alla Camera nell’ambito delle votazioni per l’approvazione della Legge di Stabilità, è stato approvato un ordine del giorno, con prima firma Michele Anzaldi e che ho sottoscritto, per reperire i 50 milioni stanziati per il contrasto alla ludopatia. Quei soldi attualmente rappresentano la quota di pubblicità imposta’ ai concessionari dei giochi e potrebbero invece…

Nuova giravolta di Berlusconi sul Porcellum

Dopo dieci anni, ora Silvio Berlusconi fa mea culpa sul Porcellum. Qualcuno gli ricordi che quella legge elettorale l’ha scritta lui, con la sua maggioranza. Oggi il leader di Forza Italia sconfessa il premio di maggioranza del Porcellum bocciato dalla Consulta, ma quando quel premio introdotto dalla sua legge gli ha permesso di governare, allora…

Nella Legge di Stabilità 50 milioni contro il gioco d’azzardo. Un primo importante segnale di attenzione al problema

All’interno della Legge di Stabilità verranno destinati dal fondo sanitario 50 milioni di euro per intervenire sulla patologia del gioco d’azzardo. E’ un primo segnale di attenzione anche se le risorse sono insufficienti. E’ questa la sintesi  del mio intervento oggi alla giornata di studi “L’ azzardo tra gioco, patologia e crimine” organizzata dall’Università di Siena, in particolare grazie all’impegno della professoressa Anna Coluccia del dipartimento di Criminalogia,  al centro didattico del Policlinico Santa Maria alle Scotte per il ciclo “Appuntamenti di criminologia. L’altra parte riguardante il gioco di azzardo all’interno della Legge di Stabilità  è l’emendamento  che sarà approvato in Commissione Bilancio, alla Camera nei prossimi giorni, riguardante tre importanti novità. La prima è che il Ministero della Salute previa intesa con la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome, adotterà linee d’azione per garantire le prestazioni di prevenzione, cura e riabilitazione rivolte alle persone affette da tali patologie, oltre a ciò l’emendamento prevede che l’Osservatorio regionale sulle dipendenze, oggi istituito impropriamente all’interno del Monopolio di Stato, verrà trasferito al Ministero della Salute, assicurando la presenza di esperti in materia, di rappresentanti delle Regioni, degli enti locali, delle associazioni operanti nel settore.

Approvato il Jobs Act, vince la voglia di cambiare il lavoro estendendo i diritti

Con l’approvazione del Jobs Act martedì 26 novembre alla Camera ( 316 i voti a favore),  si mette definitivamente la parola fine alle discriminazioni fra lavoratori tutelati e lavoratori non tutelati. Nonostante l’atteggiamento poco costruttivo di alcuni  ha prevalso la voglia di cambiare il Paese con l’approvazione di un provvedimento fondamentale per la ripartenza dell’economia.…

Violenza donne: a Firenze un accordo promosso dall’Associazione Artemisia e ASL per un servizio terapeutico agli uomini autori di violenze

Oggi è una data importante, è la Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro la Donna,  un’occasione di riflessione e sensibilizzazione contro questa vera e propria strage che si consuma spesso nell’indifferenza. Nel 2013 il Parlamento italiano è stato uno dei primi in Europa ad approvare la Convenzione di Istanbul, una carta innovativa e piena…

Vicenda MPS: il Viminale chiarisca su incarico dato a Rossi

Il ministero dell’Interno chiarisca se risponde al vero quanto rivelato dalla trasmissione Report, sull’esistenza di un incarico di lavoro presso strutture del Viminale affidato all’ex capo della comunicazione di Banca Mps, David Rossi. La trasmissione di Raitre con una lunga inchiesta ha aperto scenari molto inquietanti sulla morte di Rossi. L’eventuale rapporto di Rossi con…

Inchiesta pediatri: punizioni esemplari per i medici coinvolti, più trasparenza contro la corruzione nella sanità”

Un medico che specula sulla salute di mamme e bambini è qualcosa di inconcepibile, un atto gravissimo che va contro l’etica professionale. Vanno accertate tutte le responsabilità ma se, come sembra, i protagonisti di questa vicenda  hanno cercato di convincere ad usare latte in polvere al posto di quello materno devono essere puniti in modo esemplare. E’ questo il mio commento in merito all’operazione dei Nas di Livorno e della Procura di Pisa che oggi ha portato all’arresto di 18 persone tra cui 12 medici pediatri che avrebbero prescritto una gran quantità di latte artificiale, su pressione delle aziende produttrici, in cambio di regali. Questa nuova inchiesta segue di pochi giorni quella a Firenze sulle cardiologie, ma sappiamo bene che la sanità pubblica in Toscana è un sistema solido e integro composto da migliaia di professionisti seri e preparati. Purtroppo tutto questo non ha impedito la creazione ad opera di pochi soggetti corrotti, di sacche di malaffare che devono essere estirpate.