Sanità, farmaci scomparsi: il Ministero intervenga per fare chiarezza

Il Ministero della Salute intervenga per fare chiarezza sul problema relativo alla disponibilità di alcuni farmaci, circa 300, che “sparirebbero” dalla distribuzione farmaceutica in alcune regioni del nostro Paese. E’ quanto chiedo in un’interrogazione ( leggi tutto qui) dopo aver appreso da Repubblica della carenza di circa 300 farmaci che si presenta in alcune regioni. I farmaci risulterebbero introvabili non a causa di problemi di produzione ma a causa della cosiddetta esportazione parallela, o “parallel trade”. Un fenomeno pericoloso per i sistemi sanitari e che spingerebbe alcuni distributori italiani a spostare i farmaci dove vengono pagati di più; ad esempio in Germania, ottenendo un guadagno del 20-30% ma rendendoli così indisponibili nelle farmacia di alcune regioni.

Lavoro. Sbaloriditive le parole della Cgil contro i contratti stabili

Le parole della Cgil contro i nuovi contratti stabili, peraltro non condivise nemmeno dal mondo sindacale come dimostrano le dichiarazioni della Cisl, sono sbalorditive: come fa un’organizzazione dei lavoratori a disprezzare così l’aumento dei contratti a tempo indeterminato registrato dall’Inps ? Sono numeri e sorprende che anche la matematica per alcuni sia diventata un’opinione: è…

La prevenzione del melanoma sia una priorità per il Servizio Sanitario Nazionale

Proprio quando è necessario razionalizzare i costi emerge nella sanità il valore della prevenzione che da un lato garantisce più salute alle persone e dall’altro aiuta a rendere meno costosa la spesa sanitaria. E’ stato questo uno dei temi del mio intervento durante la presentazione oggi a Roma della campagna nazionale di prevenzione del melanoma “Il sole come amico” promossa da IMI – Intergruppo Melanoma Italiano – e che mi vede nel ruolo di promotore istituzionale. Un ruolo che ho accettato con grande piacere sia come rappresentante delle istituzioni, oltre che come medico per sostenere questa campagna e sensibilizzare i miei colleghi della Camera e del Senato. Un’occasione importante per testimoniare l’attenzione che le Istituzioni pongono ai problemi della salute e aumentare l’attenzione dei cittadini su questo tumore della pelle troppo spesso sottovalutato e che rappresenta una crescente emergenza socio-sanitaria. in Italia colpisce ogni anno circa 12.000 persone, con un’elevata mortalità, ed è considerata una delle forme di tumore a più rapido incremento.

Mafia: stragi ’93: I magistrati perseguano la verità nei tribunali, a noi il compito di rendere consapevoli le generazioni future

La storia ci consegna diverse scuole di pensiero su come si svolsero quei tragici fatti e l’occasione di oggi sicuramente ci consente di tornare a parlare degli anni più bui attraversati dal nostro Paese. E’ stato questi uno dei temi del mio intervento, come rappresentante della Fondazione Caponnetto, durante la presentazione a Roma nella sala…

L.Elettorale, superato il primo scoglio, segnale di una concreta voglia di cambiamento

L’aver superato il primo scoglio per l’approvazione dell’Italicum nonostante il voto segreto è segnale evidente di una concreta voglia di cambiamento. Anche a dispetto di chi utilizza false argomentazioni per boicottare la proposta del Governo decidendo di non sostenere una legge che avvalora la vocazione maggioritaria che ha sempre caratterizzato il Pd. Chi continua ad…

Opg Montelupo. Bene l’opzione Volterra ma inizino subito i lavori per evitare rischio commissariamento

Siamo felici di apprendere che la Regione Toscana stia concretamente valutando l’ipotesi di realizzare una Rems (residenza per l’esecuzione della misura di sicurezza detentiva) nei locali dell’ospedale psichiatrico di Volterra. Lunedì prossimo, infatti, la Giunta regionale dovrebbe deliberare sull’ex ospedale psichiatrico di Volterra come futura sede di alcuni pazienti dell’Opg di Montelupo. Siamo convinti così come ho più volte riferito all’assessore regionale al diritto alla salute Luigi Marroni, che la sede di Volterra, per la storia che rappresenta e per l’elevata professionalità del personale che vi lavora, possa essere ritenuta un luogo ideale per la cura dei pazienti dell’ex ospedale psichiatrico di Montelupo oltre a garantire un adeguato livello di sicurezza così come richiesto.