Farmaci: bene governo su investimenti sugli innovativi e semplificazione prescrizione mediche

Siamo molto soddisfatti che il Governo abbia accolto le proposte inserite nella mozione sulla farmaceutica che abbiamo presentato che prevede l’assunzione di una serie impegni fondamentali per migliorare sensibilmente l’intero sistema sanitario del nostro Paese. In particolare il testo impegna il Governo a superare l’attuale suddivisione dei tetti di spesa farmaceutica, così come a ragionare sui potenziali rischi nell’applicazione del meccanismo del payback per l’acquisto di dispositivi medici, visti i limiti già palesati nel più semplice settore farmaceutico. Inoltre saranno previste iniziative per mantenere il fondo per i farmaci innovativi adeguatamente finanziato e sarà finalmente definito in modo chiaro e dettagliato cosa si intende per farmaci innovativi e quali sono i parametri di rimborsabilità sulla base di risultati clinici significativi.

Migranti a Lampedusa. Hotspot totalmente inadeguato, tempi di permanenza troppo lunghi. Rivedere l’intero sistema di accoglienza

La struttura di accoglienza di Lampedusa si è dimostrata totalmente inadeguata, con una scarsa manutenzione e una gestione da rivedere che sia in grado di contenere al meglio l’emergenza migranti. E’ questo il risultato della visita a Lampedusa del 21 luglio  in cui si è concluso il primo giro di sopralluoghi dei quattro hotspot presenti in Italia, realizzati come richiesto dall’Unione Europea. Purtroppo non possiamo nasconderci che il sistema deve essere messo interamente a regime e cambiare radicalmente, in particolare assicurando un veloce deflusso dei migranti, a oggi il problema maggiore. In questi centri  si dovrebbe rispettare un tempo massimo di permanenza del migrante di 48 ore, quando in realtà la media è superiore ai 10 giorni.

Vaccini, radiazione per chi gli sconsiglia. Finalmente una presa di posizione netta contro chi mette a rischio la collettività

Voglio esprimere enorme soddisfazione per la forte presa di posizione espressa dalla Federazione degli Ordini dei Medici contro chi, fra gli operatori del settore, sconsiglia i vaccini. Era giunto il momento che si prendessero in modo netto le distanze dal comportamento di professionisti del settore, una scelta che lascia fuori ogni tipo di ambiguità su un tema molto delicato su cui abbiamo sentito tutto e il contrario di tutto fra cui fantasiose interpretazioni di qualche medico che, a nostro avviso, creavano elementi di disinformazione nei confronti dei cittadini che hanno bisogno di essere orientati in modo corretto. Il vaccino è lo strumento moderno più innovativo in assoluto della medicina contemporanea che permette di agire sulla prevenzione primaria.

Migranti, nessun hotspot al Cara di Mineo

Il Cara di Mineo deve essere chiuso gradualmente perché non può essere considerato un modello idoneo a garantire la corretta accoglienza dei migranti. Il modello che riteniamo, in maniera unanime, necessario è quello dell’accoglienza diffusa. E’ la mia netta posizione espressa all’indomani della visita ufficiale della Commissione al Cara di Mineo al centro di numerosi scandali giudiziari. Il Cara di Mineo ha dimostrato in maniera ineludibile che non è possibile garantire accoglienza, integrazione e aiuto in una città di 4 mila persone per evidenti esigenze di sicurezza, ordine pubblico, organizzazione e gestione delle dinamiche interne del centro, dalla gestione del servizi minimi di ristorazione a problemi igienico sanitari. Tantomeno è difficile ipotizzare la realizzazione al suo interno di un hotspost, un centro di prima identificazione dei migranti, che aggraverebbe la situazione portando l’intero centro ad un collasso le cui conseguenze sarebbero gravissime come stato a più riprese evidenziato in occasione delle audizioni del procuratore di Catania e Caltagirone.

Traffico organi di migranti. Tutto da verificare ma serve intensificare i controlli, banche ‘clandestine’ degli scafisti potrebbero esserci in tutta Italia

E’ opportuno verificare prima di poter dare credito alle dichiarazioni di un ex scafista in merito al presunto traffico di organi sui migranti visto e considerato la grande organizzazione, basata in particolare su strutture e sale operatorie necessarie per poter effettivamente procedere con una così mostruosa pratica. E’ comunque evidente che dobbiamo rafforzare i controlli…

Il sindaco di Cascina Ceccardi intende interrompere collaborazione con la Prefettura? La questione migranti non è un gioco

La volontà del sindaco di Cascina Susanna Ceccardi di interrompere ogni collaborazione con la Prefettura la considero di una gravità assoluta ( scarica qui gli articoli del Tirreno e Nazione che riportano le mie dichiarazioni). In un contesto di emergenza che tutto il Paese sta vivendo e dove ognuno deve fare la sua parte, Ceccardi evidentemente inesperta e ancora inebriata dai fumi della campagna elettorale, pensa che sia tutto un gioco. Abbiamo il dovere  come chiesto dall’Unione Europea, di garantire il rispetto dei diritti umani di chi fugge dalla guerra, dalle sofferenze e dalle torture ed è questo ciò che dobbiamo fare: preoccuparci di accogliere queste persone nel miglior modo possibile come ho visto in tanti luoghi che ho visitato in questi mesi con la Commissione.