Liste d’attesa. Si riprenda in mano Piano nazionale, anche per esportare modelli virtuosi

Condivido le parole della ministra Lorenzin sulla validità del modello Emilia Romagna per eliminare l’annoso problema delle liste d’attesa. Detto questo, non ritengo che ora, a causa della mancata riforma del Titolo V della Costituzione, ci si debba solo affidare ‘alla buona volontà delle singole regioni’, come dichiarato dalla stessa ministra. Penso invece che ci…

Migranti, nessun Hotspot al Cara di Mineo

Siamo felici di apprendere che, come più volte auspicato dalla nostra Commissione, non sorgerà alcun hotspot all’interno del Cara di Mineo, già luogo di forti criticità. Andiamo nella direzione giusta, quella cioè che prevede il superamento graduale dei grandi centri di accoglienza per sposare una politica di accoglienza diffusa investendo sulla realizzazione di centri Sprar…

Mattarella firma legge su Responsabilità professionale. Adesso attendiamo pubblicazione su Gazzetta Ufficiale”

  Oggi il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha apposto la sua firma sul testo di legge sulla responsabilità professionale e la sicurezza delle cure. Ora si attende solo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Si tratta di svolta storica per la sanità italiana. Con questo provvedimento, atteso da oltre un decennio dagli operatori della sanità,…

Festa dell’8 marzo. Il 60% del personale della sanità è donna ma c’è ancora tanto da fare

Ben oltre il 60% del personale del Servizio sanitario nazionale è donna. Percentuale che sale fino al 75% prendendo in considerazione il personale infermieristico. La donne rappresentano inoltre il 69% dei farmacisti, un’incidenza che sale di dieci punti se l’analisi si restringe alla sola ‘popolazione’ dei collaboratori dipendenti. In questa categoria, infatti, la presenza femminile arriva al 79%, mentre si riduce al 51% tra i soli titolari di farmacia. Sono sempre di più le dirigenti apicali e il maggior numero dei laureati e degli iscritti alla facoltà di medicina è in “rosa”. Eppure, c’è ancora tanto da fare.  Bisogna battersi per la tutela della salute delle donne facendo sì che possa farsi sempre più strada un approccio di genere che spazi dalla formazione alla ricerca. In tal senso un bel segnale ci arriva proprio dalle Università: da quest’anno accademico i 59 presidenti dei corsi di laurea in Medicina hanno deciso che tutti i corsi avranno nell’ambito delle loro discipline, l’insegnamento della medicina di genere, che è la prima tappa per la medicina personalizzata. Una novità che riguarderà anche i corsi di laurea in farmacia.

Migranti, Gabrielli in Commissione: “Lavoro encomiabile delle forze dell’ordine contro gli scafisti, ma l’Europa non può restare a guardare”

L’attività quotidiana svolta dalle nostre forze dell’ordine contro i trafficanti di esseri umani è encomiabile. Nonostante questo, il lavoro richiesto per fermare un fenomeno criminale in forte ascesa non può essere sufficiente se non attraverso un impegno serio e concreto da parte di tutti i Paesi dell’Ue. E’ quanto ho dichiarato oggi al termine  dell’audizione…

La nuova legge sulla sicurezza delle cure e sulla responsabilità professionale sarà presentata venerdì 10 marzo al Cnr di Pisa

La legge sulla responsabilità professionale e la sicurezza delle cure, di cui sono stato promotore, è stata approvata definitivamente dalla Camera dei Deputati lo scorso 28 febbraio. Con questa riforma storica aumentano le tutele e le garanzie dei professionisti e nello stesso tempo si creano nuovi strumenti giurisprudenziali a garanzia dei cittadini danneggiati da errore…