• DSC_4047

    Sanità: a Firenze la festa tematica del Pd dal 4 al 15 settembre. Importante occasione di confronto

    E’ Firenze la città scelta per la nuova edizione della Festa tematica della Sanità del Partito Democratico, in programma dal 4 al 15 settembre. Diversi gli argomenti di stringente attualità che verranno affrontati nel corso dei numerosi incontri organizzati, dal decreto vaccini recentemente approvato fino all’annoso problema delle liste di attesa, e ancora dalla nuova legge sulla responsabilità professionale e la sicurezza delle cure fino al Terzo settore. Ad animare il dibattito saranno presenti rappresentati del Governo e delle Istituzioni nazionali, regionali oltre che illustri nomi del mondo scientifico. Sarà un’occasione importante per tirare le fila di quanto portato avanti dal Governo in questi ultimi anni e, allo stesso tempo, rilanciare le nuove sfide future in vista della prossima legge di Bilancio che ci attende ad ottobre alla ripresa dei lavori parlamentari. Vogliamo ringraziare il Pd toscano, e in particolare il Pd della Città Metropolitana di Firenze, per essersi reso disponibile ad ospitare la manifestazione all’interno della Festa del Pd. Siamo sicuri che potranno emergere riflessioni importanti per il futuro del nostro sistema sanitario e soprattutto per la costruzione di un nuovo programma elettorale per le prossime politiche

  • vaccino2

    Il decreto vaccini è diventato legge

    Con 296 voti favorevoli e 92 contrari la Camera ha approvato in via definitiva il decreto vaccini che diventa legge. Si tratta di un passo fondamentale per la politica sanitaria di questo Paese. Dopo oltre 50 giorni di dibattito serrato ed aperture verso l’opposizione che hanno portato alla sostanziale modifica del provvedimento, oggi con il via libera definitivo da parte della Camera il Governo mette in sicurezza la salute dei italiani, ed in particolare dei più fragili.  Ieri l’ultimo bollettino dell’ISS ci ha mostrato come, dall’inizio dell’anno, si siano superati i 4001 casi di morbillo, con 3 morti ed oltre 1500 ricoveri. Intervenire in maniera rapida ed efficace è a questo punto imprescindibile. E, voglio sottolineare ancora una volta, non possiamo permetterci di aspettare l’esplosione di ulteriori emergenze legate a focolai pericolosi di altre patologie. I vaccini non sono farmaci curativi ma servono per prevenire la diffusione di malattie. Con il decreto, non ci limitiamo solo ad estendere l’obbligo da 4 a 10 vaccinazioni, ma ci impegniamo a migliorare la farmacovigilanza, istituire quell’Anagrafe nazionale vaccini che ci permetterà di mappare in maniera puntuale la situazione delle coperture nel Paese, estendere gli indennizzi e rafforzare le attività di comunicazione istituzionale per far conoscere sempre più l’importanza dei vaccini. Questo è un provvedimento di civiltà.

  • Doctor using digital tablet

    Responsabilità professionale, pronto il primo decreto attuativo. Primo passo per rendere operativa legge

    Apprendo con grande soddisfazione dell’elaborazione dello schema di decreto ministeriale riguardante la legge sulla responsabilità professionale e la sicurezza delle cure che verrà esaminato nella prossima Conferenza Stato Regioni. Viene qui disciplinata l’istituzione presso l’Agenas dell’Osservatorio nazionale delle buone pratiche per la sicurezza in sanità a cui, tra le altre cose, verrà affidato il compito di monitorare le buone pratiche a livello nazionale, ed individuare apposite misure sia per la prevenzione e la gestione del rischio che per la formazione e l’aggiornamento del personale sanitario. Si tratta del primo importante passo in avanti per rendere pienamente operativa la legge.

  • federico gelli

    Sono stato confermato capo dipartimento sanità del Partito Democratico

    Ringrazio il segretario Matteo Renzi. Sono felice e onorato della fiducia che mi è stata accordata e che premia il lavoro svolto in questi anni. Ripartiremo da ciò che abbiamo costruito insieme con l’obiettivo di migliorare il sistema sanitario del nostro paese. A partire dagli appuntamenti che ci vedranno impegnati già nei prossimi giorni, come il decreto vaccini, di cui sarò relatore alla Camera, e attraverso le feste dell’Unità e gli altri incontri in programma quest’estate. Auguro infine buon lavoro a tutti i componenti del nuovo esecutivo.

  • donazionesangue

    Donazioni sangue; dobbiamo evitare sprechi. Lavorare meglio per sensibilizzare giovani

    Il sistema sangue italiano ‘tiene’, ma inizia a dare qualche segnale di logoramento, a partire da un calo dei donatori fisiologico per l’invecchiamento della popolazione. Nel 2016 sono stati registrati circa un milione e 688mila donatori, una cifra in calo di 40mila unità rispetto all’anno precedente. A fonte di questi dati è assolutamente necessario evitare di vedere sprecata anche solo un’unità. Non possiamo permetterci di vedere vanificata la generosità di chi si mette al servizio degli altri. E’ evidente che bisogna ragionare ad una nuova programmazione di raccolta che permetta di raggiungere standard più elevati di coordinamento e far sì che si possa intercettare i bisogni e indirizzare le donazioni nei periodi in cui vi è necessità. A garantire l’autosufficienza nazionale è soprattutto il meccanismo di compensazione che prevede che le Regioni che raccolgono più sangue del fabbisogno lo cedano a chi è in crisi. Continue Reading

Pagina 1 di 2512345...1020...Ultima »