• La libertà di voto è un attacco al partito

    La libertà di voto in parlamento sul lavoro, ventilata anche dall’ex segretario Pierluigi Bersani, sarebbe un attacco al partito. In direzione si discute, ci si confronta anche aspramente, ma una volta che viene indicata una strada, tutto il partito ha il dovere di seguirla. E’ quanto ho dichiarato domenica 21 settembre insieme ai colleghi del Pd Lorenza Bonaccorsi ed Ernesto Magorno. Invocare continuamente la libertà di coscienza significa mettere in discussione i fondamenti delle regole democratiche del Partito Democratico: la riforma del lavoro è un punto qualificante e fondamentale dell’azione del governo guidato dal segretario del Pd, sarebbe singolare se a cercare di frenarla o di smontarla fossero proprio i parlamentari democratici. In passato, ad esempio sulla mozione per il ritorno al Mattarellum proposta da Roberto Giachetti, pur essendoci nel Pd molti in accordo con la proposta, fu comunque seguita l’indicazione del partito di non sostenerla. Chi all’epoca era maggioranza e oggi è in minoranza, a seguito della schiacciante vittoria di Matteo Renzi alle primarie, confermata anche dalle elezioni europee, ha il dovere di comportarsi nella stessa maniera.

  • Expo: le dimissioni a metà di Acerbo sono poco comprensibili

    Le dimissioni a metà di Antonio Acerbo, che lascia l’incarico di commissario delegato all’Expo ma rimane responsabile unico per il procedimento di Padiglione Italia, risultano poco comprensibili. Il presidente dell’Autorità anticorruzione, Raffaele Cantone  ha definito corrette e rispettose dell’attività della magistratura le dimissioni di Acerbo dal primo incarico. Il ruolo presso il Padiglione Italia, che sarà la vetrina italiana all’Expo, non pare meno rilevante. Se è stato valutato opportuno lasciare un incarico, dopo l’iscrizione nel registro degli indagati di ieri, appare singolare che invece si mantenga l’altro. Dal commissario unico Giuseppe Sala è lecito attendersi spiegazioni più dettagliate e trasparenti, anche per non vedere compromesso il grande lavoro che sta procedendo a tappe forzate per arrivare in tempo all’inaugurazione dell’Esposizione.

  • Renzi, 1000 giorni per cambiare l’Italia

    Matteo Renzi ha parlato del futuro del paese nella sua informativa oggi alla Camera. Legge sui diritti civili, riforma della Rai, uso dei fondi europei, riforma della scuola della giustizia e del lavoro: sono questi alcuni dei temi che verranno affrontati nel programma dei mille giorni messo a punto dal Governo.”Non ci rassegniamo alla rassegnazione – ha sottolineato il premier – e la nostra intenzione è quella di non mollare di un millimetro e di individuare quale sia l’orizzonte dei nostri impegni. Alla fine del programma dei 1.000 giorni l’Italia tornerà ad avere un ruolo, a fare l’Italia”.

  • L’importanza di promuovere la donazione di sangue e sostenere le associazioni che operano su questo tema

    Promuovere  la donazione di sangue e sostenere le associazioni e i volontari che ogni giorno s’impegnano in questa attività primaria per il nostro sistema sanitario. E’ stato questo il tema della visita domenica 14 settembre alla 43 esima Giornata del donatore di sangue organizzata dal Gruppo Fratres di Ponsacco e al pranzo sociale del Gruppo Fratres di Terricciola. Mi ha fatto davvero piacere partecipare a queste due belle iniziative perché  donare il sangue è un gesto che può salvare una vita. Anche se in Toscana sono tante le persone che lo fanno, i  bisogni sono sempre più elevati per moltissime terapie e non solo per le emergenze. Per questo motivo bisogna sensibilizzare continuamente i cittadini su questo tema e spingerli ad una azione di vera solidarietà. Il ruolo delle associazioni è senza dubbio fondamentale- e il Cesvot svolge una funzione di sostegno importante come l’accordo che abbiamo stipulato con Fidi Toscana per l’istituzione di un fondo di garanzia, l’unico del genere, per permettere alle associazioni di volontariato di acquistare beni e strumenti per la loro attività. Ed è proprio grazie a questo accordo che il Gruppo Fratres di Ponsacco ha potuto ottenere una parte del finanziamento per realizzare la sua nuova sede inaugurata lo scorso luglio e che è diventata subito un punto di riferimento per i donatori e centri trasfusionali.

  • Radio Rai: con tagli ai Gr meno informazione e piu’ costi

    Con i tagli alle edizioni del Gr ci sarà meno informazione ma rischiano di aumentare i costi per l’azienda. La Rai spieghi le motivazioni di questa scelta. E’ quello che ho chiesto oggi insieme ai colleghi del Pd Lorenza Bonaccorsi (componente della commissione di Vigilanza Rai), ed Ernesto Magorno, annunciando “la presentazione di una interrogazione ai vertici Rai”. “Ridurre le edizioni dei giornali radio significa dover riempire quelle fasce di palinsesto con altre trasmissioni che comportano costi ulteriori: se vengono inserite nuove trasmissioni, ci saranno i costi per le nuove produzioni; se verranno allungate le trasmissioni esistenti, aumenteranno i costi di queste. Senza contare che la riduzione dell’informazione potrebbe mettere a rischio il rispetto del contratto di servizio e dei doveri del servizio pubblico. La scelta di tagliare la messa in onda delle edizioni dei Gr, quindi, appare poco comprensibile.

  • Governo Renzi, sondaggi record chi gufa ne prenda atto

    La fiducia degli italiani in Matteo Renzi e nel governo resta record, come conferma il sondaggista Roberto Weber. Chi attacca con polemiche pretestuose ne prenda atto. Per Bersani e D’Alema  il problema principale sembra essere quello della spartizione delle poltrone, con ragionamenti da vecchia politica sul ruolo di premier e segretario. Gli italiani, pero’, mantengono altissima la fiducia in Renzi, come conferma il sondaggio Ixe’-Agora’, e ritengono il lavoro la prima emergenza da affrontare. Weber ha dichiarato di non ricordare nessun altro governo che abbia mantenuto una fiducia cosi’ alta, un italiano su due, per un tempo cosi’ lungo. Tornare ai vecchi schemi di quanto il Pd perdeva le elezioni ed era minoranza nel Paese e’ un’esigenza che sicuramente i nostri militanti ed elettori non sentono.

Pagina 82 di 89« Prima...102030...8081828384...Ultima »