• fakenews

    Social, diffondere notizie false in rete diventi reato

    Come in Germania, anche l’Italia deve emanare una legge contro le fake news e i contenuti diffamatori, con pene certe e severe. Diamo alle cose il loro vero nome, è un reato. Restare impuniti è l’arma di chi offende e diffonde notizie false sui social, ma la Germania è passata ai fatti e dal primo ottobre è entrata in vigore una legge che impone ai social network di cancellare le pagine e i post incriminati, pena multe salatissime. Escludere questi comportamenti dai social è lo strumento giusto per garantire a tutti la libertà di espressione. Pulire la rete dalle fake news, dalle valanghe di veleno e di odio, deve necessariamente entrare nell’agenda politica italiana dando al problema la connotazione di vero e proprio reato. La rete non può continuare ad essere terra di nessuno, in cui scaricare odio e frustrazioni e alimentare ignoranza e disinformazione. Considerata l’importanza che i social hanno nella nostra vita, è necessario mettere nero su bianco regole chiare e non più fumose dichiarazioni d’intenti e passare, anche noi, dalle parole ai fatti.

  • Virgo

    Virgo, una collaborazione da Nobel. I grandi risultati passano dalle eccellenze locali

    Non solo un’eccellenza pisana, toscana e nazionale, ma da oggi possiamo dire mondiale. Il laboratorio di Virgo, a Cascina (PI), fa parte delle collaborazioni internazionali che hanno ottenuto il premio Nobel per la Fisica 2017 sulla misurazione delle onde gravitazionali previste già da Albert Einstein un secolo fa. Congratulazioni a ogni singola persona che ha contribuito a raggiungere il massimo risultato possibile, in particolare al ‘padre’ di Virgo, Adalberto Giazotto.  Il compito delle nostre istituzioni e della politica dovrebbe essere quello di favorire sempre più la partecipazione italiana a successi simili, coinvolgendo soprattutto le singole eccellenze e professionalità locali, spesso sconosciute, prive di risorse o non valorizzate come meritano.

  • don zappolini gelli 3

    Ius soli, torni ad essere una priorità della politica. Un incontro con don Zappolini

    Legalità, lotta alle mafie e ius soli. Sono stati questi alcuni dei temi al centro della riflessione che ho condiviso con don Armando Zappolini, presidente di Cnca (Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza) e sacerdote simbolo dell’apertura e dell’inclusione, durante un incontro che si è svolto oggi nella sua parrocchia di Perignano, nel Comune di Casciana Terme Lari ( Pi).  Un confronto che è stata anche l’occasione per discutere di Terzo settore e del ruolo del volontariato, della lotta alla ludopatia, del rilancio del coordinamento provinciale antimafia, e dello ius soli.  Una norma di civiltà che permetterebbe a tante persone, soprattutto giovani, un pieno ingresso nella vita civile e democratica del nostro Paese, favorendo unità, appartenenza e inclusione una risposta necessaria in tempi di muri, paure e inquietudini. È un diritto sacrosanto di oltre 800 mila ragazzi, che se lo stanno vedendo negare con fatti e parole gravi e inqualificabili, indegni di un Paese civile. In poche parole: lo ius soli arricchirebbe e migliorerebbe la società in cui viviamo. E tale dovrebbe essere considerato da tutte le forze politiche presenti in Parlamento. Così purtroppo non è. Dobbiamo lavorare perché torni al più presto una priorità della politica. Continue Reading

  • Federico Gelli

    Morte del parà Scieri, la riapertura delle indagini porti alla verità

    Si vada al più presto verso la verità sulla morte di Emanuele Scieri. La notizia della riapertura delle indagini sulla morte del parà nella caserma ‘Gamerra’ di Pisa è da accogliere con favore. Il lavoro della commissione parlamentare d’inchiesta, presieduta da Sofia Amoddio, sta dando i suoi frutti, ed è stato fatto un altro importante passo verso la verità, che si fa aspettare da ormai troppi anni. Fare luce su una delle storie più inquietanti tra quelle che riguardano la nostra città è un atto dovuto verso i familiari di Scieri e verso la società, con la speranza che si possa davvero mettere la parola ‘fine’ a questa vicenda.

  • OSPEDALE SAN PAOLO - MEDICI E DOTTORI IN CORSIA

    Scuole specializzazione in sanità. Si trovino fondi nel prossimo bilancio per incrementare numero borse

    Dobbiamo impegnarci per trovare i fondi necessari già nella prossima legge di bilancio da destinare all’incremento del numero di borse per le scuole di specializzazione e per la formazione in medicina generale. C’è una carenza di Medici di Famiglia, e i giovani medici che vorrebbero intraprendere questa strada restano in attesa di poter conseguire il diploma spendibile per accedere alla convenzione.  Oggi ho incontrato una delegazione di Anaao Giovani, è stato un incontro positivo  in cui si è discusso anche della necessaria revisione del nuovo regolamento che disciplina le graduatorie per l’ammissione nelle scuole di specializzazione che ha al suo interno diverse anomalie che contrastano i principi stessi della meritocrazia. Tutti argomenti che il Pd si impegnerà a portare avanti in tutti i tavoli istituzionali. Continue Reading

  • Infermieri

    Sanità Lazio. Stabilizzazione e’ passo necessario per migliorare il sistema

    La Regione Lazio ha deciso di indire 145 concorsi per i precari della sanità.   la stabilizzazione di 1.400 precari  della sanità e’ un passo necessario e fondamentale per il miglioramento del sistema. Il provvedimento della giunta della Regione Lazio sia di esempio per tutti: partire dalle persone, dalla valorizzazione delle loro professionalità, per costruire un  sistema sanitario davvero adeguato alle esigenze di tutti. Per il Partito Democratico, come la Giunta Zingaretti ha ben dimostrato, il lavoro e’ una priorità e per chi ha vissuto anni senza certezze la stabilizzazione e’ un diritto.
Pagina 3 di 9412345...102030...Ultima »