• fg1

    Morta dopo aborto a Catania. Si faccia subito chiarezza su questa tragedia

    Si faccia subito chiarezza per capire se la morte a Catania della 32enne incinta avvenuta il 16 ottobre, dopo 17 giorni di ricovero, per complicazioni dopo l’aborto di due gemelli, sia la causa di responsabilità oggettive su una tragedia che doveva essere evitata. E’ necessario che sia appurato quanto prima se il medico non sia intervenuto ed eventualmente, considerate le ultime informazioni rese note dall’ospedale, per quali ragioni non lo abbia fatto. Resta però assurdo che possano verificarsi episodi di questa gravità  nel nostro sistema sanitario.

  • image

    Dopo il Tar i sostenitori del no si mettano l’anima in pace

    Finora le hanno provate tutte, hanno fatto ricorsi, hanno gridato alla truffa, hanno evocato il golpe ma ora che anche il tar ha sancito che il quesito è neutrale i sostenitori del no si mettano finalmente l’anima in pace e contestino la riforma costituzionale nel merito. Leggo che l’on. Brunetta e i grillini non demordono e vogliono portare avanti la loro inutile guerra di carte bollate ma il Tar è stato chiaro spiegando che sia l’ufficio centrale del Referendum che la Presidenza della Repubblica sono espressione di garanzia e neutralità. I fautori del No  fanno gli agitatori e cercano di creare il caos perché sanno bene che più gli italiani conoscono la riforma più crescono i favorevoli. Anziché cercare invano di fermare con ricorsi inammissibili la riforma e il progresso del paese, trovino argomenti convincenti nel merito. Altrimenti meglio tacere.

  • steteoscopio-700x407

    Su intramoenia una politica schizofrenica del presidente Rossi

    La campagna elettorale che il presidente Rossi sta conducendo ormai da mesi per la segreteria nazionale del Pd non può essere motivo sufficiente da giustificare una politica schizofrenica su un tema così delicato come quello dell’attività intramoenia che certamente deve essere oggetto di una riflessione attenta ma non di una campagna populista e surreale. Il presidente della Regione ha infatti deciso di condividere la linea del Partito Democratico appoggiando una mozione in Consiglio Regionale che prevede una nuova regolamentazione delle prestazioni sanitarie rese in libera professione intramoenia, rafforzando l’organizzazione di un sistema aziendale centralizzato che gestisca in maniera efficiente le liste d’attesa, oltre alla pubblicazione sul sito web di ciascuna azienda sanitaria dei tempi di attesa e dei volumi di attività in istituzionale e in libera professione, il tutto in un’ottica di maggiore efficienza e trasparenza delle prestazioni erogate. Continue Reading

  • renzi-padoan

    Legge di Bilancio, aumento fondo sanitario. Promessa mantenuta, occasione di nuovo slancio per il Paese

    Come già annunciato a più riprese, il Fondo per la sanità sale e arriva a 113 mld come previsto dall’intesa Stato Regioni. Ora potremo dare il via ai nuovi Livelli essenziali di assistenza, riusciremo a finanziare i nuovi farmaci innovativi oncologici e per l’epatite C, rinnoveremo i contratti, come già promesso da mesi, dando seguito alla sentenza della Consulta, e finanzieremo il nuovo Piano vaccini. Inoltre, aumenterà di 50 mln anche il Fondo per la non autosufficienza. C’è poi da segnalare la nuova campagna di assunzioni che sarà possibile effettuare per medici e infermieri strutturalmente carenti nel nostro sistema sanitario Mentre in questi mesi di campagna referendaria le opposizioni ci attaccavano parlando di presunti tagli alla sanità, il Governo ha lavorato in silenzio per mettere in campo l’ennesima Manovra espansiva con l’obiettivo di ridare slancio al Paese e migliorare le tutele per i cittadini. Ancora una volta il Governo Renzi si è caratterizzato per essere il Governo del fare.

  • Milano, 15 ott. (askanews) - Entro l'anno verrà approvata la legge sulla responsabilità professionale dei medici , tassello importante nella volontà politica di contrastare la mala pratica delle azioni giudiziarie indiscriminate contro medici e strutture per incassare risarcimenti e le conseguenti disfunzioni della cosiddetta "medicina difensiva" .  E' quanto ha confermato Federico Gelli, primo firmatario della legge. "L'obiettivo è approvare entro novembre la legge al Senato, questo vuol dire che nella sostanza le due Camere sono riuscite nell'arco di un anno e pochi mesi a fare una legge che è più di vent'anni che il mondo dalla Sanità italiana sta aspettando. Operatori e cittadini. Entro l'anno avremo la legge" 

"La legge si dipana in alcuni articoli importanti - ha spiegato Gelli - Il primo è quello che introduce nella legislazione italiana il principio che la sicurezza delle cure è parte integrante del diritto alla salute. Si interviene poi negli gli articoli successivi con una azione di prevenzione rendendo obbligatorio l'introduzione della funzione di risk management in ogni struttura pubblica e privata. E poi si modifica il codice penale e il codice civile: si introduce una sostanziale depenalizzazione della colpa sanitaria e si aumentano le tutele e le garanzie nei confronti degli operatori sanitari per le responsabilità di natura extracontrattuale per i professionisti". 

Fare causa ai medici e agli ospedali per danni subiti a seguito di prestazioni sanitarie - e non sempre per motivi moralmente legittimi, bensì con l'unico obiettivo di di spillare cospicui risarcimenti - è diventata una prassi diffusa in Italia. E' un dato che emerge evidente dalla dimensione dei ricorsi: a oggi sono oltre 300 mila le cause giudiziarie di questo tipo aperte nei tribunali italiani. Per tutelarsi i medici prescrivono esami su esami: un eccesso di prudenza che determina un'overdose di accertamenti  a carico della Sanità pubblica, per un costo stimato di oltre 13 miliardi di euro all'anno, più del 10% del costo complessivo della Sanità pubblica.

"E' una vita che si lavora sulla medicina difensiva - ha aggiunto Franca Biondelli, sottosegretario al Lavoro e alle politiche sociali - Credo che le persone avranno più certezze e si sentiranno più tutelate piuttosto che fare centomila esami inutili, solo perché il medico ha paura. La medicina difensiva ha stressato molto gli operatori, ma anche il paziente".

Nella nuova normativa, in sintesi, viene depenalizzato  l'errore medico non voluto, a meno che il medico abbia agito con negligenza o imprudenza, oppure peggio con volontà, provocando danni al paziente. 
Il paziente può agire contro la struttura, che eventualmente eserciterà rivalsa contro il medico entro un tetto di tre annualità lorde. E comunque prima della causa è previsto un percorso di conciliazione davanti al giudice.

"Nella legge non tutelano solo gli operatori, ma si permette ai cittadini di avere una possibilità più rapide e certa dell'indennizzo del risarcimento per i danni subiti dal sistema sanitario pubblico e privato del nostro paese", ha confermato Gelli.

La nuova normativa è stata presentata da Federico Gelli, e dal sottosegretario Franca Biondelli, in occasione delle Giornate Cardiologiche della Fondazione Iseni che hanno riunito a Stresa 140 cardiologi italiani. Nell'incontro si è discusso anche del futuro della Sanità tra innovazione tecnologica, costi sostenibili e collaborazione tra sanità pubblica privati. 

"Qualcuno parla di Sanità pubblica, qualcuno di sanità privata - ha detto Fabrizio Iseni, presidente della Fondazione Iseni - 
Io rappresento attraverso la fondazione Iseni la Sanità 3.0: è giusto per i cittadini che esistano gli ospedali pubblici , che esistano realtà sanitarie sul territorio con i medici di medicina generale, ma bisogna anche comprendere che si deve avere la possibilità di utilizzare grande tecnologia per la saluta di tutti . Noi siamo di supporto alla sanità pubblica. Attraverso la Fondazione Iseni abbiamo deciso di applicare dei prezzi calmierati per prestazioni di alto standard come la tac multistrato o l'ecocardiografia tridimensionale. Immaginare di avere la possibilità di eseguire degli esami al prezzo del ticket, in regime privato è il mio obiettivo per la sanità privata del futuro".
(nella foto: Federico Gelli e Fabrizio Iseni)

    A novembre ok del Senato alla nuova legge sulla responsabilità dei medici

    Entro novembre il Senato approverà la legge sulla responsabilità  professionale in sanità nella versione definitiva. E’ quello che ho dichiarato venerdì 14 ottobre nell’ambito del Convegno ‘Le giornate cardiologiche’ organizzato dalla Fondazione Iseni di Malpensa a Stresa (Verbania). La normativa  risponde alla necessita’ di ridurre l’enorme contenzioso fra pazienti, medici e aziende ospedaliere per danni provocati nell’ambito delle prestazioni sanitarie. Oggi ci sono oltre 300 mila cause legali per risarcimenti. La cosiddetta ‘medicina difensiva’, cioe’ la quantita’ enorme di esami che i medici prescrivono per tutelarsi costa allo Stato intorno a 13 miliardi di euro l’anno, piu’ di un decimo della spesa sanitaria complessiva. Continue Reading

  • san_camillo_roma_skytg24

    San Camillo. Il paziente doveva essere indirizzato verso un Hospice

    La triste vicenda accaduta al San Camillo di Roma, con un malato terminale di tumore lasciato morire in barella, nel caos, dopo 56 ore di Pronto Soccorso, mi ha lasciato sconcertato. Non è accettabile il verificarsi di simili storie che nulla hanno a che vedere con le situazioni di sovraffollamento dei Pronto Soccorso. Non è possibile che nessuno, in tutte quelle ore di attesa, abbia informato il malato ed i suoi familiari sul loro diritto di poter essere presi in carico in un Hospice dedicato proprio al fine vita. In Italia abbiamo approvato da anni una legge avanzatissima (38/2010) su questo tema, che prevede anche la possibilità di attivare cure domiciliari, oltre al potenziamento degli Hospice. Evidentemente tutto questo è ancora poco conosciuto, non solo tra i cittadini, ma anche tra gli stessi operatori sanitari, e non possiamo non interrogarci su cosa fare per migliorare questa situazione. Infine  sarebbe urgente una verifica sul funzionamento della rete oncologica del Lazio per controllare se effettivamente vengano garantiti ai malati oncologici i livelli essenziali di assistenza.

Pagina 20 di 86« Prima...10...1819202122...304050...Ultima »