NewsPrimo Piano

Quanto riportato oggi da diversi quotidiani sulle posizioni del nuovo premier in pectore, Giuseppe Conte, riguardo la vicenda stamina è preoccupante. Se da un lato la sua posizione da avvocato difensore può essere compresa, dall’altro, se confermata, è invece allarmante la notizia che vedrebbe il giurista tra i promotori di una fondazione che avrebbe sostenuto finanziariamente proprio Fondazione Stamina. Alla luce delle passate posizioni sul caso da parte dei 5 stelle, e dopo il recente annuncio di una revisione della legge sui vaccini, si profila un governo antiscientifico che riporterebbe l’Italia indietro di decenni.

Allarmante è anche il metodo portato avanti in questi giorni da M5S e Lega per la formazione dell’Esecutivo. Di Maio e Salvini stanno reiteratamente calpestando gli articoli 92 e 95 della Costituzione, marginalizzando le figure del Presidente della Repubblica e del Presidente del Consiglio, tutto questo in nome di una presunta incarnazione della volontà popolare. Un atteggiamento inqualificabile e pericoloso al punto da far temere derive autoritarie.