NewsPrimo Piano

La ministra Grillo e’ tornata a promettere nuovi stanziamenti per il Servizio Sanitario Nazionale. Ha assicurato che verranno ‘riaperti i rubinetti’ degli investimenti, e che si rivedranno il blocco del turnover ed i tetti di spesa per il personale. Ricordando che gli investimenti in sanita’ sono aumentati costantemente a ritmo di 1 miliardo di euro l’anno, con il governo Renzi prima e con quello Gentiloni poi, e che nell’ultima legge di Bilancio abbiamo iniziato ad intervenire anche sui tetti di spesa per il personale, sono curioso di vedere a quanto ammontera’ questo sbandierato aumento degli stanziamenti per il Fondo sanitario nazionale promesso dalla ministra, alla luce delle difficolta’ che l’esecutivo Conte sta incontrando proprio sul piano delle coperture.

Da settimane sentiamo parlare del decreto Dignita’ e vediamo slittare la sua approvazione in Consiglio dei ministri di giorno in giorno per mancanza di coperture. A quanto pare, dal Mef sarebbe arrivato anche uno stop al reddito di cittadinanza cosi’ come alla flat tax sempre per problemi di coperta troppo corta. Prima di sbandierare promesse in ogni dove sarebbe serio ed opportuno verificare la loro reale fattibilita’. Altrimenti si corre il rischio di perderla, la dignita.