NewsPrimo Piano

Si faccia nel più breve tempo possibile chiarezza sulle responsabilità di chi ha permesso che un pedopornografo, già condannato, lavorasse nella Società della Salute Firenze Nord – Ovest, in costante contatto con giovani e anziani come assistente sociale. Una falla nel sistema di controllo su cui non è possibile sorvolare. E’ un fatto gravissimo su cui serve dare spiegazioni esaustive sopratutto nei confronti di chi con questa persona ha collaborato in questi anni. Se i controlli devono essere sempre stringenti soprattutto in relazione a certe tematiche, lo devono essere ancora di più nel nostro sistema sanitario, luogo dove i cittadini si rivolgono per avere un aiuto e non certo per correre un rischio.