• profughi-verona

    Migranti, in Veneto situazione complessa

    E’ evidente che Venezia sta affrontando una situazione sicuramente complicata rispetto a quanto la città è in grado di sopportare. Il sovraffollamento registrato soltanto dal centro di Cona, che oggi accoglie un numero di migranti superiore di quattro volte il consentito, deve essere contenuto. E’ questa la mia considerazione dopo l’audizione  del prefetto di Venezia Domenico Cuttaia alla Commissione parlamentare d’inchiesta sui migranti. In particolare  gli oltre 20 mila cittadini stranieri accolti negli ultimi anni in Veneto, secondo i dati di oggi, indicano come sia necessaria la collaborazione da parte di tutti gli enti preposti. Nonostante il Veneto segua la linea data da Anci di ripartizione demografica, il fatto che siano numerosi i comuni che rifiutano l’accoglienza sarà motivo per noi di ulteriore verifica. A questo proposito sarebbe auspicabile un coordinamento dell’accoglienza a livello regionale che in molte regioni ha permesso di affrontare con ottimi risultati l’emergenza.

  • IMG-20160721-WA001

    Zaia fa confusione, tagli fatti da Governi passati che lo hanno visto protagonista

    Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, quando parla di un’ammissione di colpa da parte di Renzi su presunti tagli lineari alla sanita’ fa probabilmente confusione con Governi passati che, tra l’altro, lo hanno anche visto protagonista. Questo Esecutivo ha segnato un’inversione di tendenza nelle politiche per la sanita’ tornando ad investire in questo settore, non senza difficolta’, anche in un periodo di grave crisi economica. Il Fondo sanitario in questi ultimi anni e’ costantemente aumentato dopo aver subito ‘veri’ tagli lineari, per oltre 30 mld, voluti da chi sedeva in Parlamento in precedenti legislature.

  • Doctor using digital tablet

    Intramoenia. Con sì a referendum possibili interventi più efficaci del Governo su cattiva organizzazione regionale

    Con la vittoria del sì al referendum costituzionale lo Stato centrale tornerebbe ad avere un peso maggiore sulle politiche per la tutela della salute. Penso, ad esempio, alle recenti polemiche sollevate su diverse distorsioni organizzative dell’intramoenia a livello regionale che, di fatto, stanno causando problemi di accesso alle prestazioni sanitarie per via delle tristemente note liste d’attesa infinite. Con la nuova riforma le norme generali, che disciplinano anche queste forme organizzative, diventerebbero di esclusiva competenza statale rendendo possibile un intervento più efficace da parte del Governo.

  • macchiarini

    Caso Macchiarini. Da Rossi sarebbe stato preferibile il silenzio. Vogliamo vedere i risultati degli interventi sperimentali

    Il Karolinska di Stoccolma, uno dei centri scientifici più titolati d’Europa, ha messo in discussione Macchiarini considerandolo un pessimo scienziato sia dal punto di vista professionale che etico e il presidente Rossi che fa? Si aggrappa all’assoluzione in tribunale per rivendicare la scelta di affidarsi a quest’uomo? Forse il silenzio da parte del presidente della Regione sarebbe stato più opportuno a proposito dell’assoluzione del chirurgo Paolo Macchiarini. Magari è necessario ricordare a Rossi che la questione non è l’inchiesta fiorentina, ma i risultati degli interventi sperimentali fatti da Macchiarini in Italia e all’estero e le loro conseguenze. Dati che restano ancora incomprensibilmente avvolti nel mistero. E’ opportuno inoltre ricordare che per operazioni analoghe in Svezia il chirurgo tanto osannato dal presidente della Regione è stato accusato di omicidio colposo e lesioni colpose gravi. Non c’è assoluzione che tenga di fronte a quello che resta uno dei più gravi errori di valutazione fatti dal sistema sanitario della nostra Regione.

  • mg_0238_villa-beretta-copy-1

    Favorevole ad una tassa sul fumo per nuovi farmaci innovativi

    Non sono contrario a una tassa di scopo e quella sul fumo mi sembrerebbe poi molto coerente in merito all’istituzione di una tassa sul fumo per finanziare un fondo per i farmaci innovativi. ‘Noi siamo perche’ il fondo sui farmaci innovativi rimanga autonomo dal Fondo Sanitario nazionale. Su come trovare le risorse na soluzione arrivera’ nelle prossime settimane. Anche io non sono contrario a una tassa di scopo, quella sul fumo mi sembrerebbe poi molto coerente. D’altronde poter recuperare circa 700 milioni con un centesimo a sigaretta non mi sembra possa incidere in maniera cosi’ negativa in termini di maggiore espiazione alla pressione fiscale. Bisogna capire se questa e’ la strada migliore.

  • salviniciampi

    Ciampi ricordato per valori che Salvini non avrà mai. E’ da compatire

    Ancora una volta Salvini non rinuncia a fare imbarazzanti uscite fuori luogo per ottenere qualche titolo in più. E’ ormai impossibile prendere sul serio le dichiarazioni del leader leghista che è semmai da compatire per questa sua infinita rincorsa alla notorietà che scade nello squallore e nelle continua mancanza di rispetto verso tutto e tutti. In questo caso di Carlo Azeglio Ciampi, nel giorno della sua scomparsa, che – è giusto ricordarlo a Salvini e alla sua ignoranza e mediocrità – viene ricordato per aver ridato l’orgoglio al nostro Paese ed essere stato uomo delle istituzioni che ha rappresentato tutti gli italiani. Tutti valori che Salvini non avrà mai.

Pagina 1 di 6512345...102030...Ultima »