• cropped-medicina

    Empoli, licenziato malato oncologico: fatto grave, serve adeguamento normativa

    Serve adeguare la normativa per impedire il ripetersi di episodi come il licenziamento a Empoli di un lavoratore, malato oncologico, con tre figli a carico, invalido al 50% per aver superato di quattro giorni il limite di malattia dal contratto nazionale. Un fatto grave che lede la dignità di chi deve essere sempre tutelato dal sistema. Presenterò un’interrogazione parlamentare al ministero della Salute e del Lavoro per capire quali provvedimenti è possibile attuare per evitare il ripetersi di questi episodi. Nello specifico del caso di Empoli mi auguro che l’azienda prenda atto di quanto avvenuto e ponga rimedio nel più breve tempo possibile. Ogni normativa vigente può sempre essere oggetto di interpretazione e in questo caso la flessibilità dell’azienda sarebbe più che auspicabile. Se poi dovesse corrispondere a vero l’informazione secondo cui l’azienda si è resa disponibile a riassumere il lavoratore con l’inserimento di una clausola che prevede 20 giorni di prova, nei quali il dipendente non potrà ammalarsi, si tratterebbe di un vero e proprio insulto.

  • Nogar

    Livorno, Nogarin dimostra poca conoscenza della sanità toscana

    Non capisco quali competenze abbia il sindaco Nogarin per mettere in discussione un sistema di organizzazione assistenziale normato a livello nazionale con il DM 70/2015 sugli standard ospedalieri. Il modello toscano per intensità di cure vuol dare risposte personalizzate alle cure dei pazienti, prevede un approccio multidisciplinare incentrato sul malato e la realizzazione di moduli/aree di ricovero “aperte e variabili”, graduati per intensità di bisogno assistenziale. Quanto al project financing, anche in questo caso le polemiche di Nogarin sembrano pretestuose. Evidentemente è abituato a pensare ad “oscuri interessi”quando si parla di intervento privato. In realtà, la collaborazione pubblico/privato è un’ottima soluzione per rilanciare l’edilizia sanitaria in un momento di crisi finanziaria che rischierebbe di bloccare ancora per diversi anni il settore. Continue Reading

  • brexit-1

    Brexit. Ora nuova sede Ema sia in Italia

    Desta molta preoccupazione e dispiacere la scelta fatta dalla maggioranza dei cittadini inglesi di lasciare l’UE. A questo punto, però, l’Italia colga l’occasione per rilanciare la propria candidatura come nuova sede dell’Agenzia europea del farmaco (Ema). Abbiamo tutte le carte in regola per accogliere l’Ente regolatorio farmaceutico europeo: la nostra industria farmaceutica è al secondo posto per produzione in UE, con un export che supera la soglia del 70%. Il comparto, inoltre, fa segnare una crescita anche a livello occupazionale. Insomma  non mancano gli argomenti per richiedere che la nuova sede dell’Ema possa essere l’Italia.

  • mineo

    La commissione d’inchiesta sui migranti sarà a Mineo il 7 luglio

    La Commissione parlamentare d’inchiesta sui migranti fin dal suo insediamento, ha messo a fuoco le complesse vicende legate alla gestione del CARA di Mineo, purtroppo caratterizzate da una situazione di illegalità diffusa e ancora una volta oggetto di iniziative giudiziarie. Abbiamo seguito l’evoluzione dell’inchiesta della procura di Caltagirone, come quelle di altre procure, svolgendo numerose audizioni dei magistrati e suggerendo noi stessi spunti di indagine. la Commissione, a distanza di un anno dalla prima volta, si recherà di nuovo in missione ufficiale al Cara di Mineo il prossimo 7 luglio e nelle prossime settimane presenterà al Parlamento una relazione per ricostruirne e fare chiarezza sulle vicende della gestione di quel centro fin dalla sua istituzione.

  • hotpost Trapani12

    Domani la Commissione sarà a Pozzallo, venerdì a Ragusa

    Domani guiderò la Commissione parlamentare d’inchiesta sui migranti  in visita ufficiale all’Hotspot di Pozzallo per proseguire i sopralluoghi delle strutture di accoglienza dedicate all’identificazione dei migranti. Venerdì, presso la Prefettura di Ragusa, sono in programma le audizioni del Prefetto di Ragusa, Maria Carmela Librizzi, del vice Questore Vicario Nicola Spampinato, del Procuratore Carmelo Petralia, del Responsabile sezione della Commissione territoriale Viceprefetto vicario Maria Rita Cocciufa, dei Rappresentanti di Terre des Hommes e del sindaco di Pozzallo Luigi Ammatuna. Stiamo quindi proseguendo il percorso di visite che sarà concluso entro la fine di luglio con il centro di Lampedusa. Queste strutture rappresentano un ruolo chiave per la prima accoglienza dei migranti e per questo motivo devono poter operare rispettando ogni criterio di efficienza. Continue Reading

  • trapani

    Intervenire sui ricorsi giudiziari in materia di asilo

    Siamo felici di apprendere che il Governo, al termine dell’audizione oggi in commissione del Ministro della Giustizia,  ha in cantiere una radicale riforma sulle norme processuali che regolano l’esame dei ricorsi in materia di asilo. Il numero delle domande di protezione internazionale è cresciuto nel 2014 del 138%, nel 2015 del 32% e del 62,33% nel primo semestre del 2016 rispetto al corrispondente periodo del 2015 e le decisioni sono quasi sempre impugnate dinanzi ai tribunali. I dati forniti dal ministero rivelano un aumento dei procedimenti che toccano nel 2015 percentuali di incremento pari al 70% a Roma ed al 300% a Milano. Continue Reading

Pagina 1 di 6112345...102030...Ultima »